Corsi speciali

Chromatica offre una vasta gamma di corsi studiati per venire incontro ad ogni tua esigenza. Puoi avere un maestro tutto per te ed essere seguito nella tua crescita musicale con cura e sensibilità. I nostri docenti sono altamente qualificati e vantano una pluriennale esperienza nel campo della didattica strumentale. Ci impegniamo nell’organizzazione di corsi "liberi" destinati a coloro che desiderano approfondire maggiormente l’aspetto ricreativo della Musica, senza tralasciare le esigenze di chi sceglie un percorso più professionalizzante, caratterizzato da un programma di tipo Pre-Accademico, che abbia come meta il raggiungimento di adeguate competenze strumentali, musicali ed artistiche necessarie per accedere ai corsi accademici di primo livello del Conservatorio.

Seleziona la tua preferenza

Lettura espressiva e drammatizzazione

Il laboratorio si rivolge a tutti gli appassionati di teatro che vogliano acquisire specifiche capacità tecniche, ma anche ai soli curiosi che hanno voglia di mettersi in gioco in questa esperienza. Il teatro infatti, permette di comunicare emozioni, aumentando le capacità espressive e relazionali innate.

Sarà l’occasione di rendere visibile la propria creatività e anche di aumentare l’autostima personale, vincendo la timidezza e l’imbarazzo che a volte impediscono delle relazioni serene e senza giudizio tra le persone.
Nel laboratorio che proporremo si lavorerà con il corpo e la voce per essere in primo luogo consapevoli delle proprie potenzialità per acquisire le tecniche teatrali di base: respirazione, movimento scenico, uso della voce, dizione, lettura teatrale, improvvisazione e drammatizzazione, nonché espressività artistica. Verrà dato spazio all’analisi e all’interpretazione di varie tipologie di testo (comico, drammatico, fiabesco, ecc.), spaziando fra i generi e permettendo di lavorare e costruire così "il personaggio", attraverso un percorso dinamico e propositivo.

Al termine del laboratorio di teatralità e lettura espressiva verrà realizzato un saggio spettacolo aperto al pubblico, in cui i corsisti daranno prova delle abilità acquisite. Tra gli obiettivi che si prefigge il Corso c’è anche quello di creare un gruppo stabile che possa collaborare nelle attività culturali promosse dalla Biblioteca Comunale di Zero Branco.

Sono previsti 10 incontri serali a partire dal mese di febbraio.

Docente Gianpietro J. Puleo

Metodo funzionale della voce

Il Metodo Funzionale della Voce nasce nel 1979 presso l’Istituto di Ergonomia di Darmstadt con lo scopo di studiare l’impegno fisico e psichico del cantante durante la prestazione vocale. Nel 1982 la cantante Gisela Rohmert fonda un istituto di ricerca in stretto collegamento con l’università con il preciso intento di studiare e di sviluppare una nuova pedagogia della voce.

Inizialmente lo studio si è rivolto al rapporto tra corpo e voce: infatti, per molti cantanti , attori, ballerini, strumentisti, è proprio il conflitto corporeo che spesso blocca l’istinto artistico. Si è visto che l’applicazione di alcune tecniche corporee influenzava in modo determinante il suono vocale. Successivamente lo studio dell’acustica ha rivelato l’importanza delle tre formanti del cantante (3000-5000- 8000 Hz) quali caratteristiche biologiche dell’orecchio e dei quattro parametri del suono (suono fondamentale, vibrato, vocali e brillantezza) il cui rapporto ottimale permette al cantante di ottenere un suono potente, in grado di nutrire energicamente e di portare ebquilibrio e benessere allo stesso esecutore e a chi ascolta.

Un ulteriore apporto è giunto grazie allo studio e alla conoscenza della sinergetica che ha permesso di puntare a dei processi di auto-regolazione fra elementi e sistemi che costituiscono il "cantare" quali l’orecchio, la laringe, il tratto vocale, la respirazione, gli organi sensoriali, la psiche, il cervello e l’espressione musicale.

Aspetto fondamentale di questa nuova pedagogia è un ascolto attento e profondo, l’analisi e lo sviluppo della struttura del suono vocale umano. L’esecuzione vocale e strumentale viene considerata una interazione e una relazione di linguaggi diversi (corpo, suono, testo, musica) e quindi sarà guidata non dalla motricità, ma dalla sensorialità, sviluppata attraverso la percezione e la consapevolezza.

Docente Morena D'Este

Calendario Seminari 2017/18

Musical

Perchè questo Corso?
Il corso di Musical si prefigge lo scopo di allestire e realizzare uno spettacolo teatrale valorizzando le abilità di ciascuno dei partecipanti. Il Musical unisce tre forme espressive: la recitazione, il canto e la danza.

Ognuna di queste forme fornisce una visione teatrale a tutto campo ed un’opportunità di conoscere se stessi e le proprie potenzialità espressive, molto spesso latenti o nascoste nel profondo della propria personalità.

La realizzazione di questo Musical ha anche il fine, vista la realtà del territorio e l’età dei ragazzi, di creare momenti di socializzazione, confronto e collaborazione reciproca che possa continuare anche al di fuori del semplice ambito didattico-formativo. Il progetto si rivolge a ragazzi e ragazze di età tra i 11 e i 16 anni.

OBIETTIVI
L’attivazione del Corso per la realizzazione del Musical teatrale ha come obiettivo quello di consentire ai ragazzi di imparare facendo esperienza "sul campo". E’ fondamentale coinvolgere i ragazzi in un’attività artistico-culturale che li renda protagonisti e rispondere alle loro esigenze di espressione musicale, recitativa e corporea. Inoltre è fondamentale valorizzare le attitudini e le inclinazioni naturali di ogni partecipante promuovendone l’integrazione sociale e culturale. Di fronte ad un sapere "accademico" settoriale e trasmissivo, tipico delle scuole di teatro, le scelte progettuali operate mirano a valorizzare le capacità e le competenze dei ragazzi mettendo in evidenza le loro naturali inclinazioni (partendo nella costruzione del lavoro da "ciò che è già presente"). In questo modo i ragazzi si appassionano ed apprendono meglio attraverso un percorso attivo, fondato sull’esperienza, elevando al massimo il loro grado di coinvolgimento, la loro produttività, i loro talenti.

ATTIVITÀ
Percorso propedeutico interdisciplinare di insieme per acquisire i fondamenti della dizione, respirazione, percezione dello spazio scenico e recitazione.
Laboratorio musicale per la respirazione, l’impostazione vocale e per la realizzazione di cori e sonorizzazioni.

Individuazione delle parti e copione. Prove per allestimento dello spettacolo. Rappresentazione finale pubblica.

Docente Gianpietro J. Puleo

Song writing e arrangiamento

Come creare e arrangiare una canzone? Come si passa da un’idea melodica alla creazione di un brano musicale?Quali sono i principali software musicali che si possono utilizzare? Questi sono solo alcuni aspetti che si andranno ad analizzare durante lo svolgimento di questo nuovo e originale corso, pensato per aiutare i musicisti nella loro crescita artistica e nella realizzazione di progetti musicali.

Il corso è tenuto dal Prof. Paolo De Col, musicista, fonico, arrangiatore, compositore, nonché docente di educazione musicale. Sono previsti approfondimenti tematici con docenti esterni di dichiarata fama che aiuteranno i corsisti nella fase di realizzazione conclusiva del progetto di song writing.

Paolo De Col ha all’attivo diverse partecipazioni con musicisti nazionali e internazionali. Partecipa da anni a diversi progetti musicali di Pop, Jazz, Blues, RnB, Soul e musica latina. Ha collaborato alla registrazione di alcuni album di musicisti italiani e come autore e compositore ha registrato il Cd "Semplicemente" con il gruppo Pop ExAequo((1999) e "Colors" con il gruppo Safe the Sound (2016).

OBIETTIVI E SVOLGIMENTO
Il corso è rivolto a tutti i musicisti provetti (e non!) che vogliono cominciare a creare dei brani musicali in autonomia partendo da un’idea melodica e/o armonica. Il laboratorio si rivolge sia a ragazzi che ad adulti.

Il primo livello ha una durata di 20 ore divise in moduli di 8 incontri di due ore e mezza l’uno, con cadenza bisettimanale.
Le lezioni saranno collettive e ci sarà la possibilità di lavorare in piccoli gruppi a diversi progetti. La tecnica laboratoriale consente di sprigionare una notevole quantità di stimoli e di lavorare su molteplici spunti musicali, senza trascurare gli aspetti ’testuali’ che contribuiscono a dare forma al progetto. Si giungerà infine alla realizzazione del pezzo che verrà poi eseguito dal vivo, sul palco, in occasione del saggio finale dei corsisti, presso il Teatro "G. Comisso" di Zero Branco.
I requisiti minimi per partecipare al corso sono la conoscenza base della teoria musicale, la curiosità e la creatività. Essendo un corso "di base" non sono richieste obbligatoriamente ulteriori e specifiche competenze compositive.

Docente Paolo De Col

Programma del corso

Videoscrittura Musicale

Il corso ha l’obiettivo di insegnare ad utilizzare il software musicale Finale per la realizzazione di partiture. I partecipanti saranno in grado di trascrivere musica al computer e, apprese le funzionalità di base, impareranno a trascrivere le proprie improvvisazioni, composizioni o melodie.

Il corso permette di imparare non solo a usare il programma ma è anche inevitabilmente un avvicinamento all’arte della orchestrazione. L’obiettivo del corso è imparare a utilizzare la piattaforma di videoscrittura e a saper come realizzare partiture via via più complesse. Questo insegnamento è rivolto ad un pubblico vasto ed eterogeneo: studenti e insegnanti di musica, musicisti professionisti, maestri di cori, bande e altre formazioni, archivisti, compositori o arrangiatori che vogliono padroneggiare meglio il software.

QUALI SBOCCHI OFFRE

  • Ad allievi: applicazione dei fondamenti della teoria musicale, Imparare a trascrivere le melodie improvvisate;
  • A Musicisti: trascrizione di cadenze (solisti), trascrivere le musiche della propria band per inviarle alla SIAE;
  • A Maestri di coro o banda: trascrizioni/trasporti per studenti o cantori;
  • A tutti: facilitare e potenziare il lavoro del musicista, diventare autosufficienti nel produrre qualsiasi partitura, creare il proprio
  • archivio digitale personale.

PREREQUISITI

  • Buona conoscenza della teoria musicale.
  • Computer portatile con sistema operativo MS Windows o Mac OSX.

CONTENUTI DEL CORSO
Aspetti musicali

  • I simboli della notazione musicale e i loro valori (note, pause, legature, gruppi irregolari, ecc.)
  • Creazione del rigo musicale, gestione delle famiglie degli strumenti.
  • Disposizione e lettura di una partitura, gruppi di strumenti, accollature.
  • Armature in chiave, cambi di tempo tonalita` e chiave, segni di ritornello.
  • Chiavi musicali ed estensione degli strumenti, strumenti traspositori.
  • Le dinamiche ed articolazioni, notazione delle percussioni.
  • Inserimento del testo e degli accordi.

ASPETTI TECNICI

  • Interfaccia musicale digitale WYSIWYG (What you see is what you get).
  • Introduzione all’ambiente MIDI e ai suoni virtuali.
  • Modalità di inserimento delle note.
  • Le barre degli strumenti e i menù a cascata.
  • Impaginazione e stampa di parti e partiture (anche in PDF).
  • Estrazione e convergenza di parti staccate dalla partitura.
  • Rapporto tra risultato virtuale e reale.
  • Altre tematiche rilevanti a seconda della direzione del corso.

Docente Massimiliano Bigazzi

Teatro per ragazzi

Il teatro rappresenta una delle forme d’arte collettiva per eccellenza. Fare teatro significa anzitutto lavorare in gruppo, aprire tutti i canali per ascoltare se stessi e gli altri, concentrarsi insieme verso un obiettivo comune e stimolante: lo spettacolo.

Attraverso le attività cerchiamo di stimolare il bambino a impegnarsi, a dare il meglio di sé responsabilizzandosi nel lavoro con gli altri. Significa avere una vasta gamma di possibilità per esprimere creativamente il proprio mondo emozionale agendo in uno spazio protetto in cui l’errore viene semplicemente accolto e non censurato anche laddove si manifestino problemi relazionali. Per queste ragioni l’attività teatrale può rispondere efficacemente ai bisogni dei bambini che diventano così protagonisti, soggetti attivi e partecipi alla realizzazione di un progetto condiviso che ha tra i suoi obiettivi l’accrescimento dell’autonomia, mantenendo alta la motivazione e stimolando la ricerca e l’apprendimento.

Le attività mirano alla costruzione di un evento teatrale, che metta in gioco globalmente la sensibilità, l’affettività e il linguaggio del corpo, la spinta a lavorare insieme usando tutte le proprie risorse, capacità e competenze. Il corso, rivolto ai bambini dai 7 ai 9 anni, inizierà a marzo ed avrà una durata di 3 mesi con cadenza settimanale il mercoledì dalle ore 16:30 alle 17:30.

OBIETTIVI
Offrire ai bambini, l’opportunità di esprimere le proprie emozioni e "mettersi in gioco". Sperimentare linguaggi espressivi diversi: gestualità, immagine, musica, canto, danza e parola.
Potenziare e rafforzare la conoscenza di sé e dell’altro.
Educare al rispetto dell’altro, alla collaborazione e alla cooperazione.
Offrire una più compiuta possibilità d’integrazione ai bambini con qualche difficoltà.
Ampliare gli orizzonti culturali dei bambini, stimolandone la sensibilità alle arti sceniche. Allestire un saggio spettacolo finale.

Docente Gianpietro J. Puleo

Vuoi avere più informazioni? O una lezione di prova?

Telefonaci e potremo trovare insieme un orario e un insegnante giusto per te!

Sede centrale


presso Villa Guidini
Via Guidini, 52
Zero Branco (Tv)

Partner


Take The Sound
Via Taliercio, 19/a
Zero Branco (Tv)

Info

Cell. 320.9370607
Cell. 347.4390096
info@chromaticamente.com